mercoledì 22 Maggio 2024
spot_img
HomeAttualità"Scuola in ospedale", l'Ic Aurigemma di Monteforte: unica realtà scolastica in provincia...

“Scuola in ospedale”, l’Ic Aurigemma di Monteforte: unica realtà scolastica in provincia di Avellino a garantire “la scuola in corsia”

Entra nel Canale Whatsapp di Avellinozon

Clicca qui per essere sempre aggiornato

- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Gestisce con professionalità da 17 anni la Scuola in Ospedale. E’ l’Istituto Comprensivo “S. Aurigemma” di Monteforte Irpino, l’unica realtà scolastica nella provincia di Avellino, ad avere il privilegio di poter garantire l’istruzione ai piccoli degenti ricoverati nel reparto di pediatria del Moscati. Un rapporto che va avanti ininterrottamente da 17 anni e che quotidianamente porta “la scuola in corsia“, sia per bambini della Scuola Primaria che per ragazzi della Scuola Secondaria di I grado. Due le docenti titolari presso l’I.C. Aurigemma che prestano servizio in ospedale: la maestra Maria D’Argenio, docente di Scuola Primaria e la prof.ssa Lucia Ausiello, docente di Scuola Secondaria di 1° grado. Una giornata tipo della scuola in Ospedale comincia ogni mattina con il giro delle stanze dei degenti da parte delle docenti, per accogliere i nuovi pazienti e presentare loro le attività della sezione di S.i.O. Il colloquio iniziale offre ai giovani degenti la possibilità di parlare di sé, delle proprie ansie e preoccupazioni, ma anche dei progetti e aspirazioni. E’ un momento importante per i bambini e gli adolescenti, che in quel momento riescono ad aprirsi e comunicare, superando il disagio dell’isolamento causato dall’ospedalizzazione. Incontrare docenti in ambito ospedaliero rappresenta per loro un momento di continuità e di normalità e li tranquillizza.
Per i pazienti allettati l’azione didattica si svolge all’interno della stanze di degenza, mentre per tutti gli altri nello spazio della ludoteca.
Vengono somministrati dei test/ questionari per l’accertamento dei requisiti di partenza, per poi proporre attività differenziate e personalizzate. Spesso, attraverso i pazienti, le docenti raccolgono informazioni circa il programma svolto e presentano attività coerenti o supportano i giovani degenti nello svolgimento dei compiti assegnati dai propri docenti.
Mediamente in un mese ci sono circa una ventina di studenti che frequentano la Scuola in ospedale e le docenti sono sempre attente a proporre attività che vanno a coincidere con le maggiori festività dell’anno o con “Giornate” istituite per celebrare particolari momenti educativi. Halloween, Natale, Carnevale, sono sicuramente state occasioni per coinvolgere i pazienti ricoverati in quel momento nel reparto di pediatria, invitandoli a momenti di riflessione, ma anche di divertimento.


Ad esempio, in occasione dell’8 marzo – Festa della Donna – la Giornata è stata il pretesto per riflettere sul ruolo delle donne nella società moderna, sia nei Paesi occidentali che in aree del mondo in cui i loro diritti sono ancora violati. Sono state proposte letture e attività grafiche e consigliata la visione di film. Invece, il 15 marzo, in concomitanza con la Giornata Mondiale dei Disturbi del comportamento alimentare, la presenza di un nutrizionista all’interno del reparto di pediatria, ha dato la possibilità di offrire ai giovani degenti, un riferimento sicuro per l’impostazione di un regime alimentare corretto a scopo preventivo. Ad esempio, gli è stato spiegato come leggere attentamente le etichette per trarne tutte le informazioni necessarie.
Per la festa del papà, invece, i degenti più piccoli, quelli della Scuola dell’Infanzia e Primaria del reparto, hanno realizzato cartoncini augurali per i propri papà, dando spazio alla propria creatività, che hanno portato con sé a casa dopo le dimissioni, ma hanno realizzato anche creazioni originali per la bacheca della S.i.O.
A Pasqua i piccoli del reparto sono stati impegnati nella realizzazione di attività di pregrafismo, schede didattiche e addobbi per il reparto, per celebrare la primavera come rinascita della natura e rinascita di Cristo. Nel reparto, nei giorni immediatamente precedenti la Santa Pasqua, sono andati in visita parecchie associazioni ed enti, che hanno allietato i bimbi e portato loro un po’ di serenità e di gioia, regalando sorrisi ed uova di cioccolato.
Il 22 aprile in occasione della Giornata mondiale della Terra, seguendo ciò che si propone l’obiettivo n. 14 dell’Agenda 2030, i giovani degenti hanno riflettuto sull’importanza degli oceani che rappresentano la più grande riserva di proteine al mondo. Invece, seguendo l’obiettivo n. 15 che tratta della salute della Terra, si sono interrogati su come proteggerla, riflettendo su come si possa cercare di fermare la distruzione della biodiversità. Per sensibilizzare e informare i giovani degenti del reparto di pediatria, le docenti hanno proposto una serie di letture e di attività di riflessione sul tema, finalizzate poi alla realizzazione di creazioni originali: articoli di giornale, disegni, cartelloni.
In occasione del 25 aprile – Festa della Liberazione – sono state svolte letture e riflessioni sull’argomento, affinché i giovani alunni comprendessero l’importanza del concetto di libertà dei popoli. Per il primo maggio, invece, è stato spiegato ai bambini/ ragazzi che il lavoro ha un ruolo vitale, non solo dal punto di vista economico, ma anche per far crescere come persone.
Ci si è soffermati soprattutto sul lavoro dei sanitari all’interno dell’Ospedale, dei docenti, per poi riflettere su tante altre professioni, che contribuiscono al buon andamento della società.
Nessuna occasione di festa viene trascurata in ospedale. Infatti per la festa della mamma sono state proposte ai piccoli degenti attività grafico-pittoriche e manipolative per la realizzazione di decorazioni, biglietti di auguri e lavoretti per le mamme. Alcuni di questi prodotti sono stati affissi nella bacheca del reparto e altri sono confluiti in un pannello decorativo.
Il 15 maggio di ogni anno si celebra la Giornata internazionale delle famiglie, istituita nel 1993 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite e i giovani degenti, guidati dalle docenti, hanno riflettuto sulla necessità di adottare politiche volte a conciliare il lavoro e la famiglia, elemento chiave per la crescita dell’intera società.
Anche quest’anno, come tradizione, l’Istituto Comprensivo Aurigemma, in collaborazione con il Teatro degli Eventi e l’Associazione Eventi 2000, porta la clownterapia nel reparto di pediatria dell’A.O.R.M. Moscati, per poter donare una mattinata di gioia e serenità ai giovani degenti del reparto di pediatria.

Quest’anno tale evento si svolgerà la mattina del 29 maggio alla presenza della Dirigente Scolastica dell’I.C., prof.ssa Filomena Colella, del direttore dell’AORN Moscati dott. Pizzuti, del direttore del reparto dott. Ponticiello e del personale del reparto di Pediatria, oltre che delle docenti della sezione di SiO. Sarà un momento di gioia che allieterà la mattinata dei piccoli degenti e porterà un sorriso in un luogo che spesso ne ha tanto bisogno.

continua su Avellino Zon Legambiente: Presentazione ai candidati sindaco delle 10 proposte del percorso Traccia-unaTransizione Ecologica Giusta X Avellino

- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img
Marika Cifiello
Marika Cifiellohttp://www.avellinozon.it
Sono Marika Cifiello nata ad Avellino. Giornalista pubblicista, attualmente Caporedattrice per la testata online Avellino Zon e collaboro a richiesta con altre testate presenti sul territorio. Da sempre interessata alla lettura e alla psicologia, sempre attiva ed impegnata nel sociale, volontaria negli anni in varie associazioni, Fare Verde per l'ambiente, Centro Autismo dove seguivo dei ragazzi della provincia avellinese. La passione per il giornalismo d'inchiesta mi ha spinto verso le prime esperienze in una emittente televisiva locale, poi in varie testate giornalistiche locali. Istintivamente attratta dalle notizie di stretta attualità, coniugo la capacità di reperire notizie in prima persona ad una naturale predisposizione e sensibilità che, negli anni, mi ha permesso di vivere attivamente alcuni dei fatti più eclatanti rimasti impressi nel territorio irpino.
Altre Notizie
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Ultimi Articoli