sabato 15 Giugno 2024
Google search engine
HomePoliticaSmog, Nargi chiarisce: «App confonde i dati ufficiali dell’Arpac con le raccomandazione...

Smog, Nargi chiarisce: «App confonde i dati ufficiali dell’Arpac con le raccomandazione dell’Oms»

Entra nel Canale Whatsapp di Avellinozon

Clicca qui per essere sempre aggiornato

- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Smog – La candidata a sindaco di “Siamo Avellino”, “Davvero” e “Viva la Libertà”: «L’unico ente
titolato dalla legge a censire gli sforamenti conferma che siamo sotto le soglie da 2 anni. Puerile e falso sostenere che i nostri provvedimenti non abbiano migliorato la situazione, ma siamo pronti a studiare nuove soluzioni per fare sempre meglio»

Avellino, 29 maggio 2024 – «Gli unici che continuano a strumentalizzare la delicata
questione della qualità dell’aria che respirano gli avellinesi sono i politicanti e i
sedicenti ambientalisti che interpretano a proprio piacimento i dati ufficiali sullo
smog, confondendoli con le raccomandazioni dell’Organizzazione mondiale della
sanità, ed a sminuire l’impegno ed i risultati concreti conseguiti dalla precedente
amministrazione su questo fondamentale tema».
E’ quanto di chiara la candidata a sindaco di “Siamo Avellino”, “Davvero” e “Viva
la Libertà”, Laura Nargi.
«È un fatto sostenuto dai dati incontrovertibili dell’Arpac, unico ente a cui spetta
per legge il censimento delle polveri sottili, che Avellino, dopo 10 anni in cui la
soglia massima dei 35 sforamenti era stata sistematicamente superata, ed erano
arrivati avvisi di garanzia ai sindaci delle precedenti amministrazioni per non aver
agito, è riuscita a contenere il tasso di Pm 10 nei limiti di legge sia nel 2022 che nel
2023.
Lo abbiamo fatto – continua Nargi – grazie a provvedimenti coraggiosi e attesi da 40
anni, come la delocalizzazione del terminal bus dal centro, misure impopolari, come
il divieto di accendere roghi agricoli tutto l’anno, ed innovative, come il censimento
delle caldaie e le ordinanze per il contenimento dei fumi degli impianti a
combustione. Sostenere, come fa qualche sedicente esperto di aria fritta
dell’associazione App, che tali provvedimenti non abbiano concorso a migliorare la
condizione ambientale della nostra città, è tanto pretestuoso ed infondato quanto
puerile.

Come sa chi conosce la materia, la soglia di legge a cui si attiene l’Arpac per il
censimento degli sforamenti da Pm10 è decisamente più alta di quella a cui si fa
riferimento nelle raccomandazioni dell’Oms. – aggiunge la candidata a sindaco –
Tuttavia, il nostro movimento civico è aperto alla discussione, per andare oltre
quelli che sono gli obblighi amministrativi e migliorare ulteriormente la qualità
dell’aria.
Anche per questo, pur avendo già centrato gli obiettivi fissati dalla normativa
nazionale, abbiamo posto la questione ambientale al centro dell’agenda
amministrativa e sottoscritto i 10 punti proposti da Legambiente per incidere
ulteriormente sulla transizione ecologica e, dunque, sulla qualità dell’aria. Inoltre, ci
avvarremo degli accordi e delle convenzioni sottoscritte dall’Arpac per monitorare
tutte le altre fonti inquinanti, come la diossina, e finanche l’inquinamento acustico».
L’obiettivo, insomma, è proseguire sulla strada dello studio e del confronto. Non
solo con i cittadini, ma anche e soprattutto con i tecnici qualificati e gli enti
competenti. «Ad esempio – conclude Nargi – ragioneremo con i sindaci
dell’hinterland rispetto al tema dei roghi agricoli. Metteremo a disposizione dei
nostri agricoltori, per tutelare le loro produzioni d’eccellenza, soluzioni alternative
per lo smaltimento dei residui vegetali, con uno sportello dedicato alle informazioni
in Comune. Non possono essere gli unici a pagare dazio quando si tratta di evitare
gli abbruciamenti: occorrono soluzioni condivise».

continua su avellino zonTrasporto pubblico locale: AIR Campania si aggiudica i lotti di Avellino, Benevento e Caserta per i prossimi 10 anni

“Incontriamoci a Picarelli! I candidati di APP – Avellino Progetto Partecipato e Antonio Gengaro incontrano la città”

- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img
Marika Cifiello
Marika Cifiellohttp://www.avellinozon.it
Sono Marika Cifiello nata ad Avellino. Giornalista pubblicista, attualmente Caporedattrice per la testata online Avellino Zon e collaboro a richiesta con altre testate presenti sul territorio. Da sempre interessata alla lettura e alla psicologia, sempre attiva ed impegnata nel sociale, volontaria negli anni in varie associazioni, Fare Verde per l'ambiente, Centro Autismo dove seguivo dei ragazzi della provincia avellinese. La passione per il giornalismo d'inchiesta mi ha spinto verso le prime esperienze in una emittente televisiva locale, poi in varie testate giornalistiche locali. Istintivamente attratta dalle notizie di stretta attualità, coniugo la capacità di reperire notizie in prima persona ad una naturale predisposizione e sensibilità che, negli anni, mi ha permesso di vivere attivamente alcuni dei fatti più eclatanti rimasti impressi nel territorio irpino.
Altre Notizie
- Advertisment -
Google search engine
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Ultimi Articoli