mercoledì 22 Maggio 2024
spot_img
HomeAttualitàMobilità dolce e sostenibilità, Avellino sale a bordo del “Piedibus”

Mobilità dolce e sostenibilità, Avellino sale a bordo del “Piedibus”

Entra nel Canale Whatsapp di Avellinozon

Clicca qui per essere sempre aggiornato

- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Tutti a piedi da casa a scuola e da scuola a casa. Sinergia tra Comune, Legambiente e Istituto comprensivo “Regina Margherita-Leonardo Da Vinci”. Giacobbe: «Siamo in linea con le grandi città europee. Ora ci aspettiamo collaborazione da parte dei genitori»

Avellino, 23 marzo 2024 – Tutti a piedi da casa a scuola e da scuola a casa: parte il progetto “Piedibus”. Si comincia domani, lunedì 25 marzo. Nella giornata iniziale, il battesimo del fuoco avverrà con il solo il percorso da scuola a casa. Martedì e mercoledì, invece, sarà garantito anche il tragitto da casa a scuola.
“Piedibus” è il progetto promosso dal Comune di Avellino, con l’adesione dell’istituto comprensivo “Regina Margherita-Leonardo Da Vinci”, che mira a promuovere la mobilità dolce, migliorare la qualità della vita cittadina e sensibilizzare la comunità sulle questioni ambientali, con un focus particolare sulla mobilità sostenibile. L’associazione “Legambiente Avellino-Alveare APS” ne è il soggetto referente, avendo sottoscritto una convenzione con il Comune dopo aver partecipato ad un avviso di manifestazione di interesse valido sull’anno scolastico 2023-2024.
Si tratta di un’alternativa sicura, divertente e sostenibile al trasporto in auto. Alunni ed accompagnatori si incontreranno in alcuni punti stabiliti, vere e proprie fermate, e percorreranno insieme, a piedi, il tragitto fino alla scuola.
Il “Piedibus” sarà composto da 2 o più alunni “passeggeri” e 2 o più adulti “autisti” e “controllori”, sul modello del trasporto pubblico locale. Gli alunni, infatti, aspetteranno il “Piedibus” alle fermate definite nei percorsi consegnati, dove saranno riportati anche gli orari. I volontari che accompagneranno i bambini saranno riconoscibili grazie alla pettorina catarifrangente ed al cartellino, con un rapporto di 1 adulto ogni 10 bambini.
Le finalità del progetto sono chiare e di importanza fondamentale: consentire di raggiungere la scuola a piedi, favorendo l’autonomia dei bambini; permettere agli alunni di socializzare con nuovi amici; favorire la conoscenza e la padronanza del territorio urbano; sviluppare la sensibilità ecologica; permettere l’esercizio fisico; conseguire un risparmio economico.
L’adesione al servizio avverrà compilando e sottoscrivendo il “Patto di corresponsabilità” che l’Istituto comprensivo “Regina Margherita – Leonardo Da Vinci” provvederà a consegnare ai genitori per l’iscrizione. La partecipazione è valida per tutto l’anno, con domande accettate fino a capienza dei posti disponibili. Il documento, in 13 articoli, disciplina chiaramente tutte le regole relative alla partecipazione ed al comportamento da tenere, gli orari e i percorsi. Ma anche i compiti del personale addetto all’accompagnamento.
Il servizio “Piedibus” verrà garantito lunedì, martedì e mercoledì, per 3 volte al giorno. Gli alunni che ne usufruiranno dovranno essere presenti al capolinea o alle fermate agli orari stabiliti. L’attività sarà svolta ovviamente a titolo gratuito. Alla famiglia sarà data conferma dell’iscrizione dell’alunno e consegnato il materiale di riconoscimento, gli orari e i numeri di telefono degli accompagnatori.
Si parte con grande entusiasmo. L’assessore all’Istruzione del Comune di Avellino, Giuseppe Giacobbe, fissa subito un obiettivo ambizioso: «Partiamo con un istituto comprensivo, ma è nostra intenzione coinvolgere progressivamente le altre scuole della città. Il progetto “Piedibus” è di grande valore. Sposando concretamente concetti fondamentali come mobilità dolce e sostenibilità, e perseguendo anche gli obiettivi fondamentali di sviluppare ulteriormente le capacità di orientamento e la motricità dei nostri bimbi – evidenzia – ci mette al passo con le più importanti città italiane e d’Europa, che lo hanno adottato da tempo. Tutti dobbiamo fare la nostra parte e, in questo caso, anche e soprattutto i genitori. Ci aspettiamo grande collaborazione. Il loro apporto è fondamentale». – conclude Giacobbe

continua su Avellino Zon Ad Avellino si inaugura l’Endopank per sensibilizzare la comunità sul tema dell’endometriosi

Segui il Canale WhatsApp Avellino Zon ⬇️
https://whatsapp.com/channel/0029VaRG86EDTkJy6LhpW30a

- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img
Marika Cifiello
Marika Cifiellohttp://www.avellinozon.it
Sono Marika Cifiello nata ad Avellino. Giornalista pubblicista, attualmente Caporedattrice per la testata online Avellino Zon e collaboro a richiesta con altre testate presenti sul territorio. Da sempre interessata alla lettura e alla psicologia, sempre attiva ed impegnata nel sociale, volontaria negli anni in varie associazioni, Fare Verde per l'ambiente, Centro Autismo dove seguivo dei ragazzi della provincia avellinese. La passione per il giornalismo d'inchiesta mi ha spinto verso le prime esperienze in una emittente televisiva locale, poi in varie testate giornalistiche locali. Istintivamente attratta dalle notizie di stretta attualità, coniugo la capacità di reperire notizie in prima persona ad una naturale predisposizione e sensibilità che, negli anni, mi ha permesso di vivere attivamente alcuni dei fatti più eclatanti rimasti impressi nel territorio irpino.
Altre Notizie
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Ultimi Articoli